Architetti Romani

AVVISO DI RICERCA CANDIDATI PER LA FORMAZIONE DEL CONSIGLIO DI DISCIPLINA DELL’ORDINE DEGLI ARCHITETTI P.P.C. DI ROMA E PROVINCIA.

Aperte le candidature ai Consigli di disciplina | Mandato 2017-2021

AVVISO DI RICERCA CANDIDATI PER LA FORMAZIONE DEL CONSIGLIO DI DISCIPLINA DELL’ORDINE DEGLI ARCHITETTI P.P.C. DI ROMA E PROVINCIA ai sensi del DPR 07.08.2012 n. 137 e del regolamento del CNAPPC del 06.11.2012 (Bollettino Ufficiale Ministero Giustizia n. 23 del 15/12/2012)

PREMESSA
La legge di riforma degli ordinamenti professionali, DPR 137/2012, istituisce all’art. 8 i CONSIGLI DI DISCIPLINA, organismi costituiti presso ogni Ordine territoriale cui sono affidati i compiti di valutazione preliminare, istruzione e decisione delle questioni disciplinari riguardanti gli iscritti all’Albo.
Per la designazione dei componenti dei Consigli di Disciplina è stato emanato un regolamento (pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 23 del 15/12/2012) che ne disciplina i criteri e le modalità di designazione. Si sintetizzano qui le modalità di nomina dell’organo:

  • Il Consiglio di Disciplina sarà composto da un numero di consiglieri pari a quello dei consiglieri del corrispondente Consiglio dell’Ordine (nel caso di Roma, 15 componenti);
  • Il Consiglio di Disciplina resterà in carica per il medesimo periodo del Consiglio dell’Ordine, e quindi per il quadriennio 2017-2021;
  • Entro e non oltre 30 giorni successivi all’insediamento del nuovo Consiglio dell’Ordine, dovranno essere presentate le candidature per la nomina a componente del Consiglio di Disciplina;
  • Il Consiglio dell’Ordine, nei 30 giorni successivi al termine per la presentazione delle candidature, e quindi entro 60 giorni dal suo insediamento, dovrà individuare i nominativi designati da comunicare al Presidente del Tribunale. Il numero di domande di partecipazione dovrà essere almeno pari al doppio del numero dei consiglieri da nominare (nel caso di Roma, 30 domande di partecipazione); almeno due terzi di nominativi individuati dovranno essere composti da iscritti all’Ordine.
  • La nomina dei componenti di Consiglio di Disciplina sarà effettuato dal Presidente del Tribunale sulla base delle domande trasmesse dall’Ordine.

Il Consiglio di Disciplina, una volta nominato dal Presidente del Tribunale, sarà pertanto composto di 15 membri, rimarrà in carica per il medesimo periodo del Consiglio dell’Ordine (quadriennio 2017-2021) e svolgerà le funzioni disciplinari presso l’Ordine di Roma. All’interno del Consiglio di Disciplina saranno costituiti 5 collegi composti da 3 consiglieri, presieduti dal componente con maggiore anzianità di iscrizione all’albo.  La carica di Consigliere dell’Ordine è incompatibile con la carica di Consigliere del corrispondente Consiglio di Disciplina.

I procedimenti disciplinari si svolgeranno secondo la normativa vigente (R.D. 2537/1925, art. 44 e seguenti).

  1. Il Consiglio dell’OAPPC di Roma e Provincia invita gli iscritti interessati al ruolo di COMPONENTE DEL CONSIGLIO DI DISCIPLINA (mandato 2017-2021) a presentare la propria candidatura. Secondo quanto previsto dalla normativa citata in premessa, il Consiglio dell’Ordine formerà un elenco di n. 30 candidati (28 appartenenti alla sezione A dell’albo e 2 alla sezione B dell’albo) tra i quali il Presidente del Tribunale di Roma sceglierà i 15 componenti il Consiglio di Disciplina.
  2. Gli iscritti sono invitati a presentare all’Ordine la propria manifestazione di disponibilità, inviando tramite e-mail PEC all’indirizzo ordine@pec.architettiroma.it una domanda come da fac-simile scaricabile dal sito unitamente al curriculum vitae e alla scheda riepilogativa che dovrà pervenire entro e non oltre il 06 dicembre 2017

  3. I requisiti per la presentazione della candidatura sono i seguenti:
  • non avere legami di parentela o affinità entro il 3° grado o di coniugio con altro professionista eletto nel medesimo Consiglio dell’Ordine;
  • non avere legami societari con altro professionista eletto nel medesimo Consiglio dell’Ordine:
  • non aver riportato condanne con sentenza irrevocabile, salvi gli effetti della riabilitazione alla reclusione, per un tempo pari o superiore a un anno per un delitto contro la pubblica amministrazione, contro la fede pubblica, contro il patrimonio, contro l’ordine pubblico, contro l’economia pubblica, ovvero per un delitto in materia tributaria; alla reclusione per un tempo pari o superiore a 2 anni per un qualunque delitto non colposo;
  • non essere stato sottoposto a misure di prevenzione personali disposte dall’autorità giudiziaria ai sensi del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, salvi gli effetti della riabilitazione;
  • non aver subito sanzioni disciplinari nei 5 anni precedenti la data di presentazione della candidatura a componente il Consiglio di Disciplina;
  • avere una anzianità di iscrizione almeno pari a 5 anni
  • aver preso piena conoscenza del Regolamento per la designazione dei componenti i Consigli di disciplina territoriali degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, pubblicato sul BUMG n. 23 del 15 dicembre 2012;
  • essere in regola con il pagamento della quota di iscrizione all’Albo.
  1. L’impegno temporale minimo richiesto è stimabile in una riunione del Consiglio di Disciplina ogni due settimane.

E’ prevista la corresponsione di un gettone di presenza, per massimo due riunioni mensili e per un importo che non potrà essere superiore al gettone di presenza corrisposto per le riunioni del Consiglio dell’Ordine.

I documenti necessari per la richiesta di candidatura