Architetti Romani

Comunicazione del nuovo Presidente dell’Ordine agli iscritti

Care Colleghe e cari Colleghi,

il nuovo Consiglio dell’Ordine, insediatosi da pochi mesi, sta gradualmente riconfigurando la struttura organizzativa dell’Istituzione, tenendo fede agli indirizzi programmatici annunciati nell’ultima tornata elettorale.

Con l’abolizione delle Consulte e dei Dipartimenti, la digitalizzazione della rivista AR e la trasformazione della Casa editrice, sono state già attivate concrete azioni di riorganizzazione ed efficientamento. Attraverso la razionalizzazione delle spese e la condivisione del bilancio con tutti gli iscritti, arriveremo a strutturare una formazione di alto profilo, per garantire un aggiornamento professionale aderente alle prospettive del mercato, e ad attivare dei protocolli di sussidiarietà con le Pubbliche Amministrazioni finalizzati allo snellimento delle procedure burocratico-amministrative.

Il bilancio verrà presentato, discusso e condiviso entro il mese di gennaio 2018. Avremo particolare cura nell’argomentare il nuovo assetto che sarà legato non solo a un sostanziale risparmio delle risorse, ma anche all’utilizzo di tale risparmio per potenziare attività e servizi che saranno gestiti attraverso un intenso e proficuo rapporto di collaborazione con le Strutture pubbliche, il Consiglio Nazionale degli Architetti e la Federazione degli Ordini del Lazio. Attraverso questa importante sinergia, cercheremo di raggiungere il principale dei nostri obiettivi: uniformare le procedure e renderle facilmente interpretabili su tutto il territorio nazionale.

A tal fine è stata avviata una collaborazione, in via sperimentale, con gli Uffici delle Strutture Centrali di Roma Capitale come il Dipartimento PAU e l’Ufficio Condono edilizio, nonché aperto un dialogo con gli altri Ordini e Collegi professionali di Roma e provincia, per far sì che in tempi ragionevoli si possa attivare la fase di digitalizzazione di tutti i titoli abilitativi edilizi, custoditi negli archivi cartacei della P.A., da consultare successivamente per via telematica. Entro fine marzo 2018 verrà organizzato un incontro per aggiornarvi sull’avanzamento dei lavori.

È stato un trimestre ricco di impegni che ci proietta con fiducia verso il futuro, convinti di poter ridisegnare radicalmente la nostra professione attraverso un percorso di trasparenza, condivisione e partecipazione.

Vi auguro personalmente e a nome di tutto il Consiglio dell’Ordine un buon 2018.

Il Presidente
architetto Flavio Mangione