Comunicazione

L’Ordine al tavolo con il VII Municipio per migliorare l’efficienza dei servizi per cittadini e progettisti.

Disfunzioni e disservizi che ricadono sui cittadini e sui professionisti. L’intervento dell’Ordine presso gli Uffici Tecnici del VII Municipio per attuare un sistema amministrativo più efficiente e maggiormente partecipato nell'interesse dell'intera collettività.

A seguito delle segnalazioni degli iscritti, Ordine Architetti Roma ha ottenuto dalla dirigenza degli Uffici Tecnici del VII Municipio segnali di miglioramenti al fine di garantire ai cittadini e ai progettisti maggiore flessibilità ed efficienza.

Ordine Architetti Roma ha prontamente risposto alle lamentele dei molti colleghi che devono relazionarsi con l’Ufficio tecnico del Municipio VII (ex IX Municipio), sede di Via Tommaso Fortifiocca. “Ordine degli Architetti PPC di Roma, per statuto, deve vigilare sull’interesse pubblico nel rispetto della collettività e dei propri iscritti” commenta il Presidente OAR Alessandro Ridolfi.

Due le problematiche riscontrate:

  1. Tutela della privacy nella modalità di relazionarsi con gli impiegati.

In questa sede del Municipio ci si trova di fronte ad un “bancone” in cui tutti dialogano delle loro pratiche, “gomito a gomito” con altre persone, ignorando quindi i principi basilari della legge sulla Privacy. I dati personali vengono ad essere alla portata di tutti, vista l’assenza di qualsiasi forma di riservatezza e rispetto della privacy delle persone, da parte del soggetto pubblico.

  1. Orario di ricevimento al pubblico insufficiente

Ad oggi gli uffici sono aperti solo il martedì e giovedì mattina fino alle 12.00 con un criterio di prenotazione rigido. Questo non solo causa file insostenibili ma anche l’impossibilità di esaminare la propria pratica, nonostante il tempo inutilmente impegnato nell’attesa.

Questi temi importanti sono stati affrontati in un incontro richiesto da codesto Ordine presso gli uffici del Municipio VII, alla presenza del Dirigente dell’U.O. Edilizia Privata e Urbanistica, dei responsabili degli uffici tecnici delle due sedi (Via Fortifiocca e Piazza Cinecittà), Consigliere responsabile del Dipartimento della Professione, l’Arch. Daniela Proietti, e del Segretario, Arch. Aldo Olivo.

“In un clima di fattiva collaborazione, si è concordato di prorogare, nel più breve tempo possibile, l’orario di apertura al pubblico, introducendo l’apertura pomeridiana di entrambi i giorni di ricevimento (martedì e giovedì), che certamente consentirà maggiori opportunità e flessibilità ai cittadini (tecnici e no) che dovranno recarsi presso gli uffici di Via Fortifiocca” riferisce Daniela Proietti Tesoriere e Responsabile del Dipartimento Professione dell’Ordine.

Altri argomenti dovranno necessariamente prevedere dei tempi più lunghi per la loro soluzione; “Auspichiamo che sempre più si aprano spazi di confronto e collaborazione tra istituzioni, per dare soluzioni e risposte ai cittadini che si relazionano con un sistema amministrativo che deve attuare, per poter ben funzionare, una gestione maggiormente partecipata” conclude il Segretario dell’Ordine Aldo Olivo.

Infatti teniamo a precisare che sebbene l’organizzazione di un Ente spetti allo stesso, è importante che l’Amministrazione persegua gli obiettivi riportati all’articolo 2, comma 1, del D.Lgs. 165/01 e s.m.i., che richiede “ampia flessibilità e … armonizzazione degli orari di servizio e di apertura degli uffici con le esigenze dell’utenza …”

 

Scarica il comunicato: Clicca qui