Chi protegge il mercato dalla Protezione Civile Spa?

Dl 195/09 - Lettere a Antitrust e Ance

data pubblicazione: giovedì 4 febbraio 2010

In merito alla conversione in legge del Dl 195/09 che sta avvenendo in questo periodo nelle aule parlamentari, pubblichiamo le due lettere del Presidente dell'Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia, arch. Amedeo Schiattarella - spedite in data odierna, giovedì 4 febbraio - al Presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust), Antonio Catricalà e al Presidente dell'Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (Ance), ing. Paolo Buzzetti.


Presidente Antonio Catricalà
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

 

Oggetto: Considerazioni sulla nuova Società Protezione Civile S.p.A.

Gentile Presidente,

desidero segnalarLe un nuovo provvedimento legislativo che, a nostro parere, è profondamente lesivo della concorrenza nell'ambito del mercato della progettazione architettonica in Italia.

Mi riferisco al decreto legge 195/2009 che istituisce la "Protezione Civile spa", società pubblica di proprietà della Presidenza del Consiglio che avrà tra le sue competenze "la progettazione, la scelta del contraente, la direzione lavori, la vigilanza degli interventi strutturali ed infrastrutturali, nonchè l'acquisizione di forniture o servizi rientranti negli ambiti di competenza del Dipartimento della protezione civile".

Come Lei ben sa l'Ordine degli Architetti di Roma conduce da anni, una battaglia contro tutte quelle "società in house" che, per conto delle pubbliche amministrazioni, svolgono vere e proprie funzioni da società di ingegneria di proprietà pubblica, sottraendo ulteriori spazi di libera concorrenza sul mercato della progettazione delle opere pubbliche e contribuendo, in molti casi, ad abbassare il livello complessivo di qualità del progetto.

Questa nuova società pubblica rappresenta un altro segnale della volontà di procedere negli appalti di servizi con procedure straordinarie ed emergenziali, in deroga alle regole ordinarie. Oltretutto una decisione di tale portata viene assunta con lo strumento del decreto legge che impedisce lo svolgersi di un ampio dibattito.

Per noi architetti, in particolare, un general contractor di Stato ribadisce ancora una volta l'assunto - quanto mai sbagliato - dello Stato progettista.

In Italia, si sa, il concetto di emergenza, che dovrebbe motivare il ricorso alla Protezione Civile spa, è quanto mai esteso: non solo terremoti o calamità naturali ma anche gare ciclistiche, viaggi del Papa, discariche, vertici internazionali ecc. Come non ipotizzare che si ricorerrà all'"emergenza" per la gestione dell'Expò di Milano del 2015 o delle Olimpiadi del 2020 contese tra Roma e Venezia?

Per tutte queste ragione desideravo manifestarLe la necessità di un intervento di controllo dell'Autorità per valutare l'opportunità di una presa di posizione chiara in difesa del mercato.

RingraziandoLa per l'attenzione ed in attesa di poterLa incontrare presto per concordare iniziative comuni, Le invio i miei più cordiali saluti

 

di Arch. Amedeo Schiattarella, Presidente Ordine Architetti PPC Roma e provincia
del 04.02.10


Ing. Paolo Buzzetti Presidente
ANCE

 

Oggetto: Considerazioni sulla nuova Società Protezione Civile S.p.A.

Gentile Presidente,

desidero esprimerle il mio più convinto apprezzamento per le posizioni critiche da lei assunte nei confronti del decreto legge 195/2009 che istituisce la "Protezione Civile spa", società pubblica di proprietà della Presidenza del Consiglio che avrà tra le sue competenze "la progettazione, la scelta del contraente, la direzione lavori, la vigilanza degli interventi strutturali ed infrastrutturali, nonchè l'acquisizione di forniture o servizi rientranti negli ambiti di competenza del Dipartimento della protezione civile".

Come Lei ben sa l'Ordine degli Architetti di Roma conduce da anni, insieme ai costruttori, una battaglia contro tutte quelle "società in house" che per conto delle pubbliche amministrazioni, svolgono vere e proprie funzioni da società di ingegneria di proprietà pubblica, sottraendo ulteriori spazi di libera concorrenza sul mercato della progettazione delle opere pubbliche e contribuendo, in molti casi, ad abbassare il livello complessivo di qualità del progetto.

Condivido in pieno la sua analisi: questa nuova società pubblica rappresenta un altro segnale della volontà di procedere negli appalti con procedure straordinarie ed emergenziali, in deroga alle regole ordinarie. Oltretutto una decisione di tale portata viene assunta con lo strumento del decreto legge che impedisce lo svolgersi di un ampio dibattito.

Per noi, in particolare, un general contractor di Stato ribadisce, ancora una volta l'assunto quanto mai sbagliato - dello Stato progettista.

In Italia, si sa, il concetto di emergenza, che dovrebbe motivare il ricorso alla Protezione Civile spa, è quanto mai esteso: non solo terremoti o calamità naturali ma anche gare ciclistiche, viaggi del Papa, discariche, vertici internazionali ecc. Come non ipotizzare che si ricorerrà all'"emergenza" per la gestione dell'Expò di Milano del 2015 o delle Olimpiadi del 2020 contese tra Roma e Venezia?

Per tutte queste ragione desideravo manifestarLe la piena disponibilità dell'Ordine degli Architetti di Roma e di molti altri Ordini provinciali a porre in atto tutte le iniziative possibili per condurre insieme questa sua azione.

RingraziandoLa per l'attenzione ed in attesa di poterLa incontrare presto per concordare iniziative comuni, Le invio i miei più cordiali saluti

 

di Arch. Amedeo Schiattarella, Presidente Ordine Architetti PPC Roma e provincia
del 04.02.10

 

invia la tua opinione!

 



 

Commenti

05/02/2010 00.01: Basta con le spartizioni!
La lettera è precisa e puntuale. Avete perfettamente ragione!
Ing. Giuseppe Campagnari Verona

05/02/2010 08.59: Quando il soccorso è un 'buon affare'
Dopo la privatizzazione dell'acqua ecco un bel capolavoro di politica liberista. L'ennesimo attacco alle professioni che si occupano di progettazione, concordo ed è evidente quanto ha già ribadito più volte il Presidente Schiattarella: il progettista professionista è sempre più isolato e ritenuto un passaggio inutile. La distruzione della 109, dove la separazione tra progettazione e costruzione erano il punto di forza e sicurezza per la committenza pubblica, è diventato, con il nefasto Codice Appalti, l'inciucio con l'impresa vedi l'appalto integrato generalizzato e le grottesche offerte migliorative. Il costo di progettazione diventa quindi un full optional con la costruzione e la caduta libera dei ribassi sulle parcelle con questo provvedimento non potrà che essere incentivata. Non vedo segnali incoraggianti per i liberi progettisti e presto saremo necessariamente assorbiti (al ribasso) in un anonimo sistema, alla faccia della qualità e dell'autonomia. Berlusconi è un paladino della concorrenza... ma quando riguarda gli altri.
Fabio Viscardi

05/02/2010 10.18: titolo
Desidero congratularmi per l'iniziativa del Presidente Schiattarella, di cui condivido pienamente le argomentazioni. E' ora che gli ordini professionali (tutti) si facciano sentire con forza, a tutela dei propri iscritti, ma anche del ruolo delle libere professioni in una società che dovrebbe essere ispirata al libero mercato e al principio di concorrenza, in conformità con i principi sanciti dall'Unioni Europea e dai Paesi democratici. O non è così?
Arch. Claudio Canestrari iscritto a Roma dal 1970

05/02/2010 10.57: titolo
Perfettamente d'accordo con il Presidente Schiattarella, se dovesse avvenire, la protezione civile spa toglierebbe dignità ad una professione sempre più emarginata. Condivido anche che dietro tante "emergenze" ci sia la volontà politica di speculazioni edilizie e nient'altro. Siamo noi architetti/ingegneri che devono essere interpellati. Spero in un serio incontro per discutere la cosa tra Ordini e Stato.
architetto Maurizio Milia

07/02/2010 17.19: titolo
Caro Amedeo, hai ragioni da vendere... E' strano che una presa di posizione del genere non sia stata assunta tempestivamente anche da altre autorevoli istituzioni...
pietro ranucci

09/02/2010 13.18: Apprezzamento
Convinto apprezzamento anche da parte di un Geologo Professionista contro lo "Statoprogettista". Mi auspico una diffusione capillare della Vostra iniziativa e che altri Ordini, quale il mio, si uniscano nella ferma protesta! Distinti Saluti G. PASCOLO - Tolmezzo (UD)
Giovanni PASCOLO

11/02/2010 10.34: Protezione Civile
Egregio Presidente, i miei complimenti per l'incisività ed essenzialità della sua lettera contro il decreto legge relativo alla trasformazione della Protezione Civile in una Società per Azioni. Gli eventi degli ultimissimi giorni confermano che ogni azione effettuata utilizzando "pubblico denaro" debba essere sempre giustificata da motivazioni controllabili e da assoluta trasparenza! In assenza di queste poche regole basilari, come già risultato evidente anche nel recente passato, si ottengono effetti negativi sia per i costi sostenuti a conclusione dei lavori e sia per la qualità delle opere realizzate, escludendo ovviamente qualche immagine ad effetto.
Alessandra Montenero

12/02/2010 13.03: Perbacco che cosa scandalosa!
E' una vergogna, la protezione Civuile S.P.A. toglierà dignità e professionalità a tutti coloro che fino adesso hanno potuto annoverare, nei bilanci per servizi di progettazione, qualche milione di euro, così i soliti noti non potranno partecipare ai concorsi di idee dove i requisiti per la partecipazione non sono allineati alla proposta dell'Architetto, no, ma solo al suo giro d'affari degli ultimi 5 anni. Ma perchè ci si scandalizza solo ora di una situazione che ha ridotto gli Architetti a ruoli secondari se non necessari, vogliamo cercarne le ragioni all'interno della (sempre da parte mia) vituperata legge Merloni e via cantando oppure negli articolati che oggi tolgono a tutti gli Architetti (chiaramente solo quelli che detengono incarichi pubblici o amici degli amici esclusi) la possibilità di confrontarsi dove l'unica regola è il fatturato degli ultimi 5 anni? Ma davvero i ns rappresentanti non hanno ritenuto opportuno eliminare questa regola che favorisce i soliti e non premia coloro che desiderano porre prooste? E' vero la S.P.A. è una vergogna ma va a sommarsi ad altre vergogne come quella descritta, patrimonio solo degli Architetti non inseriti e pesati politicamente. cari Architetti il sonno dell'inazione genera mostri che aggrediscono l'unico patrimonio (certo solo per chi cel'ha)degli Architetti, la capacità di dare risposte solo attraverso l'azione culturale e della conoscenza, non certo quella del fatturato degli ultimi 5 anni.Una domanda, ma non sarà che tale requisito serve esclusivamente a far vincere i concorsi a qualcuno, con mossa astuta escludendo i molti si privilegiano i pochi, forse la S.P.A. non è proprio il male peggiore. Gradirei qualche commento al mio ...... commento
Arch. Luciano Bracciani

12/02/2010 15.29: Bravo Presidente!
Un conto è l'emergenza ed un conto sono le attività di supporto agli interventi strutturali e infrastrutturali!
Michaela Falciglia

12/02/2010 16.46: titolo
Egregio presidente Condivido ed apprezzo pienamente la posizione da lei assunta. Ritengo però sconcertante non rilevare la stessa posizione di protesta da tutte le altre "istituzioni", che attraverso il loro silenzio Hanno leggittimato tra l'altro il nuovo codice degli appalti.
arch.manlio Di Pastena

11/03/2010 16.14: titolo
Daccordissimo con il Presidente Schiattarella. Oltre a condividividere purtroppo! anche che dietro tante "emergenze" ci sia la volontà politica di speculazioni economiche a danno di professionisti e cittadini che pochi denunciano. Architetti/ingegneri non devono solo essere interpellati ma anche coinvolti. Spero infine che anche altri ordini professionali facciano sentire la loro voce.
Arch. Pieretti

25/06/2010 21.52: e risorse per roma?
sono d'accordo e forse è venuto il momento di chiedere con forza la chiusura di risorse per roma visto che ci sottrae la totalità dell'attività di progettazione del comune di roma.
porreca

vedi anche:

Regole semplici, chiare, trasparenti, ma regole.

video della trasmissione otto e mezzo

E' legge il decreto emergenze

Dl 195/09 Protezione Civile - agg. rassegna stampa

Il gene dell'emergenza

Codice appalti & DL Protezione Civile - di F. Orofino

Spa cancellata, però il decreto va avanti...

Dl 195/09 Protezione Civile - rassegna stampa

Che cos'è l'Architettura (?)

Concorsi & Regolamento Codice Appalti - di F.Orofino

Il ruolo del progettista/DL nella MS

Ddl Brunetta - Lettera Ordine Architetti Roma

AAA Progettisti svendesi

Codice Appalti & Progettazione