Il Patrimonio culturale tra valorizzazione e accessibilità. Esperienze e progetti per il superamento delle barriere architettoniche”

CONVEGNO E MOSTRA

Il seminario parte dal quadro di riferimento normativo e prestazionale per approfondire le “Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale” realizzate recentemente dal MIBAC, Direzione Generale Musei, con l’obiettivo di promuovere la più ampia fruizione a musei, complessi monumentali, aree e parchi archeologici. A seguire saranno presentati progetti ed esperienze quali l’Area Archeologica dei Mercati di Traiano, il Museo Nazionale Romano delle Terme di Diocleziano e la Galleria Borghese come utili spunti di lavoro atti a migliorare le condizioni di accessibilità. Nel corso dell’iniziativa si terrà la cerimonia di premiazione del Concorso Fotografico “Obiettivo Accessibilità” organizzato dall’Osservatorio Accessibilità e Universal Design dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia.
Coordinatore Scientifico: arch. Daniela Orlandi
Tutor: arch. Nives Barranca 

 

#PROGRAMMA 
#REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA (ARRM 1847 cfp 4)

 

Programma

ore 14.00 REGISTRAZIONE CHECK-IN PARTECIPANTI

ore 14.20 SALUTI ISTITUZIONALI
arch. Ombretta Renzi / Coordinatore Osservatorio Accessibilità e Universal Design, Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia

ore 14.40 PRESENTAZIONE
arch. Ombretta Renzi/ Coordinatore Osservatorio Accessibilità e Universal Design, Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia

ore 14.50 ACCESSIBILITÀ: LO STATO DELL’ARTE
Andrea Venuto / Disability Manager di Roma Capitale

ore 15.10 UN PIANO STRATEGICO PER L’ACCESSIBILITÀ SENSO-PERCETTIVA, COGNITIVA E CULTURALE NEI MUSEI, COMPLESSI MONUMENTALI, AREE E PARCHI ARCHEOLOGICI
Gabriella Cetorelli / Funzionario Archeologo Responsabile Servizio Progetti Speciali, Direzione Generale Musei, MiBAC

ore 15.45 INQUADRAMENTO NORMATIVO, VINCOLI E OPPORTUNITÀ PER LA FRUIBILITÀ DEI BENI CULTURALI
Fabrizio Vescovo / Architetto Urbanista, Docente ed esperto in Accessibilità e superamento di barriere architettoniche ed ambientali

ore 16.20 L’ACCESSIBILITÀ AL PATRIMONIO CULTURALE COME PROCESSO
Lucilla Boschi / Coordinatrice Commissione Accessibilità museale, ICOM Italia

ore 16.55 L’AREA ARCHEOLOGICA DEI MERCATI DI TRAIANO
Luigi Franciosini / Architetto, Professore Ordinario in Progettazione Architettonica e Urbana, Università Roma Tre

ore 17.30 PREMIAZIONE CONCORSO “OBIETTIVO ACCESSIBILITÀ”

ore 18.00 IL MUSEO PER TUTTI
Anna De Santis
Carlotta
Caruso
Museo Nazionale Romano Terme di Diocleziano

ore 18.35 LA GALLERIA BORGHESE, STATO DELL’ARTE E PROGETTI IN CORSO PER IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE
Maria Giuseppina Gimma / Architetto, Delegato per il Restauro Beni Culturali e Conservazione, Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia

ore 19.10 DIBATTITO E CONCLUSIONI

ore 19.30 REGISTRAZIONI CHECK-OUT PARTECIPANTI


Nella convinzione che la prima barriera da abbattere sia l’indifferenza l’Osservatorio Accessibilità – Universal Design – dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia presenta le immagini del 1° Concorso Fotografico “Obiettivo Accessibilità”. La mostra sarà inaugurata il 3 dicembre in occasione del convegno “ Il Patrimonio culturale tra valorizzazione e accessibilità. Esperienze e progetti per il superamento delle barriere architettoniche” durante il quale vi sarà anche la premiazione dei vincitori del concorso. La mostra rimarrà aperta fino all’ 8 dicembre. Con immagini reali, elementi inusuali, punti di vista diversi o situazioni simbolo i partecipanti hanno rappresentato, mediante una fotografia, il tema dell’ACCESSIBILITÀ e dell’uso agevole degli spazi urbani dedicati alla collettività ed alla socializzazione quali: piazze, strade, parchi, giardini, marciapiedi, accessi ad edifici pubblici, spazi e edifici privati aperti al pubblico ecc. puntando l’obiettivo del proprio apparecchio fotografico su come si è riusciti a superare o mitigare gli innumerevoli ostacoli posti dal costruito e dagli elementi naturali oppure, in alternativa, denunciando le barriere fisiche, sensoriali, intellettive e di conseguenza culturali e ambientali ancora esistenti.

#LOCANDINA