Annullamento Gara in Autotutela

Buonasera,
Una PA ha indetto una gara, svolta tramite MEPA. Il criterio per l’aggiudicazione è quello del minor prezzo. Dopo l’apertura delle buste con le offerte economiche e prima dell’aggiudicazione provvisoria, la PA decide di annullare la gara in autotutela. La stessa PA decide di indire una nuova gara per il medesimo servizio/fornitura. Mi chiedo se possono essere invitate alla nuova gara le stesse ditte che hanno partecipato alla gara annullata durante la quale sono state aperte le buste e quindi rese visibili le offerte. Inoltre quale differenza c’è tra “offerte presentate” e “offerte ammesse”? Se 5 ditte partecipano ma 2 vengono escluse, le ammesse sono 3?
In riferimento al criterio del minor prezzo, se le ditte che presentano l’offerta sono pari o uguali a 5 si procederà all’individuazione (sorteggio) del criterio di calcolo per la soglia di anomalia, ma se in fase di apertura buste vengono escluse due ditte per validi motivi, non sarà più necessario svolgere il calcolo dell’anomalia attraverso il criterio precedentemente individuato? grazie mille per la disponibilità
Gentile Collega,
non esiste nella normativa una specificazione della fattispecie come quella che lei riferisce e ritengo pertanto che si debba ricorrere alla consulenza specialistica di un legale esperto nel diritto amministrativo per esaminare una eventuale giurisprudenza a riguardo.
Per quanto mi consta, il comportamento della PA che lei riferisce sembra piuttosto anomalo. Andrebbe comunque analizzato il motivo dell’annullamento in autotutela nella specifica fase della procedura e quindi valutata la legittimità di una nuova gara. Se il bando fosse lo stesso, per il medesimo servizio e con le stesse caratteristiche e criteri di valutazione delle offerte, sarebbe senzaltro contestabile la presenza di offerte già note nella precedente gara.
Per quanto riguarda infine il numero delle offerte, in vari articoli del DLgs 50/2016 si indica in numero di cinque i soggetti invitati a proporre la propria offerta e non che debbano essere almeno cinque quelle ammesse.
Cordiali saluti
Architetto Flavio Vitale

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

Condividi questo articolo