Agibilità Post Concessione Edilizia in Sanatoria

BUONGIORNO, VORREI SAPERE SE E’ OBBLIGATORIO DOTARSI DI AGIBILITA’ A SEGUITO DI CONDONO PER UN CAMBIO DI DESTINAZIONE D’USO DA SOFFITTA AD ABITAZIONE IN UN FABBRICATO CONDOMINIALE. IL CONDONO E’ STATO RICHIESTO AI SENSI DELLA LEGGE 47/85 E LA CONCESSIONE OTTENUTA NEL 2003. OGGI, IL CONDOMINIO, PUO’ RICHIEDERE AL PROPRIETARIO DELLA SOFFITTA DI DOTARSI DELLA NUOVA AGIBILITA’? CHI DOVRA’ SOSTENERE LE SPESE?
GRAZIE
Buona sera, ai fini della risposta al quesito sottoposto, assumo che il condominio sia dotato di agibilità. Questo, infatti, è un pre-requisito necessario per l’ottenimento dell’agibilità della singola unità immobiliare (si consideri che, in caso di agibilità post condono, l’agibilità non è certificabile ai sensi delle disposizioni del D.P.R. 380/2001, ma deve essere rilasciata dall’UCE).
Premesso quanto sopra e sulla base delle informazioni in mio possesso, posso riferire che, pur non essendo prevista dalla vigente normativa alcuna specifica disposizione in base alla quale il Condominio possa obbligare un condomino all’ottenimento dell’agibilità di un locale urbanisticamente “legittimo” o “legittimato”, ritengo che la richiesta formulata nel caso di specie sia volta a tutelare le parti comuni o le parti esclusive di altri condòmini da eventuali usi/impianti inadeguati o irregolari.
Il conseguimento dell’agibilità, infatti, presuppone – tra gli altri – la certificazione degli impianti, la cui messa a norma costituisce garanzia di sicurezza per l’intero stabile ove insiste la soffitta di che trattasi.
Quanto alle spese per l’ottenimento della predetta agibilità, esse sono a totale carico del proprietario, riguardando una proprietà esclusiva.
Ai fini della disamina della regolamentazione prevista da parte dell’UCE di Roma Capitale sull’argomento, suggerisco la lettura delle seguenti Determine dirigenziali:
– DD n. QI/1073 del 28.9.2016;
– DD n. 65 del 27.6.2012;
– DD n. 86 del 24.1.2013.
Spero di essere stato esauriente.
Porgo distinti e cordiali saluti.
avv. Alessandro Falasca

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.