sportello: Edilizia ed Urbanistica

Opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni

Vorrei avere delucidazioni riguardo la procedura da seguire in caso di lavori da effettuare in un giardino privato.
E' un giardino con un ingresso su strada a livello 0,00 e una serie di aiuole a "gradoni" con muretti in blocchetti di tufo che non superano il metro di altezza. C'è poi una scala sempre in blocchetti di tufo, tra le aiuole, che dal livello strada porta al livello di ingresso in casa a -140 cm. E' quindi un dislivello abbastanza piccolo. Si vogliono risagomare le aiuole e modificare le gradonate della scala, dandole una forma diversa.
Per questo tipo di modifiche si deve presentare una CILA?

quesito

1 - Un negozio è stato dotato di un wc con antibagno solo nel suo sottonegozio s1 ( non al p.t.) fin dai tempi della sua edificazione 1963 e cosi accatastato, successivamente il bagno è stato spostato in altra parte dello stesso sottonegozio, se non esistono agli atti dei permessi, deve essere sanato lo spostamento ? e con quale strumento ?
2 - inoltre la parte restante del sottonegozio è stata suddivisa in due piccoli magazzini, uno per le attrezzature e l'altro per il pulito, anche qui si deve procedere a sanare le due tramezzature ? immagino con lo stesso strumento, quanto si paga di istruttoria e di sanzione ?
3 - questo immobile a due livelli è sempre stato usato per attività di parrucchiere artigianale, verrà affittato ad un nuovo parrucchiere, potrà mantenere il bagno nel sotto negozio o lo deve portare al piano terra dove non c'è mai stato ? trattasi di attività artigianale senza obbligo di fornire il servizio wc, e non è un laboratorio di estetista

S.C.I.A.in alternativa al PdC

Vorrei presentare un S.C.I.A. in alternativa al PdC in applicazione dell'art. 6 della L.R. 7/2017 per un immobile sito nel Municipio V (ex VI). L'intervento consiste in una demolizione e ricostruzione con ampliamento < 20% della SUL residenziale. Parlando con i tecnici del Dipartimento mi è stato detto di presentare la pratica al Municipio di appartenenza, mentre interrogando per ultimo il Municipio, mi hanno detto di presentare la pratica al Dipartimento.
Sapreste dirmi di chi è di competenza e di conseguenza dove presentare la pratica? L'articolo 6 è attuativo, di conseguenza non ci dovrebbero essere problemi nel presentare la pratica in ottemperanza di quest'ultimo.

Legittimità della Preesistenza

Per un immobile costruito con licenza edilizia del 2007 e fine lavori nel 2012 non è possibile finora reperire il progetto: dopo due richieste SIPRE (telematica, informale) e nove mesi di attesa. Ho eseguito una richiesta formale all’Ufficio Protocollo, ma non mi hanno saputo dire quale sarà la tempistica, né se, in caso di esito negativo, produrranno una dichiarazione scritta dell’irreperibilità del progetto. Nella visura storica per immobile non risulta il costruttore ma solo un proprietario precedente ai miei clienti. La planimetria catastale presente nell’atto di compravendita è difforme dallo stato dei luoghi , ed i miei clienti vorrebbero vendere l’appartamento. La difformità consiste in un bagno che è più lungo, rispetto alla piantina catastale, occupando un terrazzo che era prospicente e che è stato ridotto ad una rientranza di 50 cm. Tale situazione è presente in tutti gli appartamenti della palazzina. E’ possibile redigere un atto con questa difformità? In caso negativo, come faccio ad ottenere dal comune una dichiarazione di irreperibilità del progetto, considerando che dopo aver consultato vari responsabili dell’ufficio in oggetto nessuno mi abbia fornito una risposta valida?

Comunicazione di Fine Lavori

Sto prendendo l'incarico per la regolarizzazione di un immobile, dove nel 2002 era stato richiesto e rilasciato un permesso di costruire per la realizzazione di un portico. Il lavoro è stato completato, ma senza la presentazione del fine lavori e del collaudo delle opere, e negli anni sono state apportate delle modifiche interne senza l'autorizzazione di un titolo edilizio.
Come devo comportarmi oggi?! Devo presentare un fine lavori tardivo e successivamente una Scia per accertamento di conformità oppure direttamente la pratica edilizia per accertamento di conformità ?

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.