Richiesta Certificato di Agibilità Post C.I.L.A.

Buongiorno, ho terminato una ristrutturazione eseguita con una CILA circa un anno fa. Il mio cliente vuole vendere l’appartamento e il notaio dell’acquirente richiede il Certificato di Abitabilità. E’ legittima tale richiesta o trattandosi di CILA senza interventi sulle strutture portanti non è prevista? In caso affermativo, su quale modulo va richiesta, visto che sul comune di Roma non riesco a trovarla?
Il certificato va comunque richiesto a fine dei lavori di ristrutturazione?
CILA o SCIA?
Premesso che, la tipologia d’intervento da lei realizzata con la Cila, rientra tra quelle riconducibili alla Manutenzione straordinaria e non alla Ristrutturazione edilizia. L’agibilità relativa all’unità immobiliare di cui sopra, deve essere richiesta, nel caso che non sia mai stata rilasciata in precedenza o, comunque, se le opere realizzate, modifichino le condizioni riportate nell’art. 24 del D.P.R. 380/01.
La procedura per la richiesta dell’agibilità è la SCIA e, la documentazione da presentare, è quella di cui all’art. citato.
Per quanto riguarda la modulistica relativa all’agibilità, se non è disponibile sul sito di Roma Capitale, le consiglio di recarsi presso il Dip.to P.A.U., Direzione Edilizia, Servizio Agibilità, sito in Viale Civiltà del Lavoro n. 10.
Arch. Rolando De Stefanis

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.