C.I.L.A. in Sanatoria in Carta della Qualità ed in Area con Vincolo Paesaggistico

Buongiorno,
sono un architetto di Roma.
Devo fare una pratica per una cila in sanatoria per opere interne in un edificio nella carta della qualità e che ricade in un’area vincolata paesaggisticamente. L’appartamento si trova ad Ostia. L’esterno dell’edificio non è stato alterato.
Devo richiedere il parere della sovrintendenza paesaggistica anche per le sole opere interne o non ne ho bisogno?
Grazie.
Buonasera. Se l’immobile è senza vincolo architettonico del Mibact ma ricade soltanto all’interno di un’area con vincolo paesaggistico ministeriale o regionale ai sensi del D. Lgs 42/04 o legge 1497/39 non è necessaria nessuna richiesta di sanatoria per le opere interne (attualmente per queste necessità c’è soltanto da seguire la procedura prevista dall’art. 167 del D Lgs 42/04).
Riguardo alla Carta della Qualità dobbiamo verificare se si tratta solo di un vincolo areale ovvero a tutela delle “morfologie degli impianti urbani” oppure di un vincolo puntuale sull’immobile. Solo in quest’ultimo caso è necessario richiedere il parere alla Sovrintendenza comunale x le opere interne difformi dal progetto. Evidenzio a riguardo la circolare prot. 16722 del 14 giugno 2016 della Sovrintendenza comunale.
cordiali saluti
arch. Agostino Bureca

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.