Carones Roberto

Roberto Carones nasce a Albano Laziale (Roma) il 13 gennaio 1930 e si laurea alla Facoltà di Architettura dell’Università di Roma “Sapienza” nell’anno accademico 1962-63; nel marzo del 1963 consegue l’abilitazione all’esercizio della professione iscrivendosi all’Albo dall’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia con la matricola n. 1543.

Nello stesso anno apre il suo Studio professionale a Roma, in via Vigliena 10 e iniziano i primi lavori e partecipazioni a concorsi insieme ad altri architetti soci dello Studio, come quello del 1964 che lo vede classificarsi al primo posto ex equo nel concorso nazionale per la sistemazione urbanistica del centro storico di Sassari.
Partecipa, con il proprio Studio di Roma tra il 1963 e il 1969 alla redazione dei Piani Regolatori Generali di Sarteano (Siena), di Chiusi (Siena), di Roseto degli Abruzzi (Teramo, concorso) e del Programma di Fabbricazione di Vairano Patenora (Caserta).
Iscritto all’Albo Nazionale Progettisti GESCAL, ottiene nel 1967 l’incarico di progettazione, da parte dell’Istituto Autonomo Case Popolari, di un complesso edilizio a Marino (Roma).

Nel 1980 decide di trasferire il suo Studio ad Albano Laziale, cittadina dove risiede e dove è da tempo impegnato in importanti incarichi professionali con l’Amministrazione comunale. Dal febbraio 1964 al settembre 1968, infatti, è nominato Architetto Capo dell’Ufficio Tecnico e della Commissione Edilizia, è progettista del Piano Regolatore Generale, adottato nel luglio 1965, e redattore del nuovo Regolamento Edilizio del 1967.
È anche progettista del Piano Particolareggiato denominato “Miramare” redatto su incarico congiunto di proprietari vari e del Comune di Albano (1975) e del Piano Particolareggiato “Olivella” stilato su incarico dell’Amministrazione comunale (1981), piano completamente realizzato negli anni successivi.

Divenuto tecnico di fiducia della Curia Vescovile di Albano Laziale, svolge la sua attività per le Congregazioni Religiose di Albano e Roma, realizzando diverse opere e ristrutturazioni totali di immobili su loro commissione, come la ristrutturazione ed ampliamento del complesso scolastico dell’Istituto San Leonardo Murialdo, Albano Laziale (1978-1981), la casa di riposo per le Suore Pie Discepole del Divin Maestro, Albano Laziale (1981), la ristrutturazione dell’antico Seminario Vescovile, Albano Laziale (1984) e la casa generalizia della congregazione di San Giuseppe (Giuseppini del Murialdo), Roma (2003). È anche componente del gruppo di progettisti invitati ai corsi di aggiornamento della Pontificia Commissione di Arte Sacra per le Nuove Liturgie (1984).

La sua esperienza nella valutazione ed acquisto di terreni ed immobili, accresciuta con l’esperienza maturata negli anni, lo porta a collaborare con diverse Società di costruzioni edili in qualità di progettista e direttore lavori per consistenti operazioni immobiliari-edilizie-urbanistiche, nonché a diventare tecnico incaricato dal Credito Fondiario SpA per periziare immobili da ristrutturare soggetti a richieste di mutuo in varie parti del Lazio.
Sempre per la sua professionalità diviene consulente tecnico ed associato di due importanti Studi legali di Roma e CTU e CTP in numerose vertenze tecnico-legali nei Tribunali di Roma e Velletri, in perizie stragiudiziali e non, riguardanti divisioni di assi ereditari su immobili e terreni in varie zone d’Italia.

Nel campo dell’edilizia residenziale privata è progettista di numerose nuove costruzioni e ristrutturazioni di ville, palazzine e appartamenti, di cui alcune ancora in corso, nei Comuni di Ariccia (Roma), Anzio (Roma), Perugia, Vigonza (Padova), S. Donà di Piave (Venezia), Grottaferrata (Roma), Marino (Roma), Riano Flaminio (Roma), Montopoli Sabina (Rieti), S. Maria Hoè (Lecco).

Dal settembre 2000 al dicembre 2004 è membro della Commissione Edilizia del Comune di Albano Laziale e, come progettista iscritto nell’Albo dei Tecnici di fiducia del Comune, viene incaricato della progettazione di numerose opere pubbliche (strade, loculi cimiteriali, edifici scolastici).

Continua l’attività professionale nel suo Studio di Albano insieme ai due figli Carlo e Claudio, anche loro architetti, in un continuo scambio tra le competenze maturate negli anni e le innovazioni tecnologiche.

L’archivio è conservato presso lo Studio dell’architetto in via Parco Rimembranza 13, Albano Laziale (RM), che ne è il referente

ELENCO COMPLETO DELLE OPERE: Clicca qui

 

Immagini di alcune delle opere più significative: