Tirocinante

Buongiorno,
sono iscritta all’Ordine da qualche anno, e ho sempre più bisogno di una mano. Posso insegnare già tanto benchè io stia ancora crescendo professionalmente. La mia commercialista mi chiede se ho gli estremi per assumere un tirocinante, e sul sito non ho trovato risposta a questa domanda.
Dove posso trovare la lista dei requisiti per risponderle? In che altro modo posso muovermi se voglio far crescere il mio progetto ma non ho una società nè grossi capitali?
Grazie mille
Gentile Architetto,

ho necessità, per potere esprimere un parere compiuto, di sapere con precisione in quale ambito lavorativo dovrebbe essere inserito il tirocinante ed altresì il profilo professionale di quest’ultimo (se, ad esempio, sia abilitato, se possegga o meno partita iva).

Il tirocinio, anche detto stage, consiste in una misura formativa di politica attiva finalizzata a creare un contatto diretto tra un soggetto ospitante e il tirocinante allo scopo di favorirne l’arricchimento del bagaglio di conoscenze, l’acquisizione di competenze professionali e l’inserimento o il reinserimento lavorativo. Si attua attraverso l’accordo con un soggetto promotore ed è disciplinato a livello regionale.

Al contrario, il rapporto di c.d. praticantato nell’ambito delle professioni ordinistiche può essere disciplinato dalle norme civilistiche.

Resto in attesa di ricevere le informazioni richieste e porgo i miei migliori saluti.

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.