Onorario Professionale per Incarico Pubblico Parziale

Insieme ad un collega abbiamo elaborato un progetto di riqualificazione delle aree esterne di un piccolo centro abitato ai sensi della L.R.Lazio n. 38 del 22.12.1999 suddiviso in tre stralci. Il primo presentato nel 2008 è stato approvato, finanziato e realizzato; il secondo ed il terzo sono stati presentati nel 2009, dei quali il secondo stralcio è stato ammesso al finanziamento, ma non finanziato per dismissione dei fondi da parte della nuova Giunta Regionale dopo le dimissioni di Marrazzo. L’amministrazione comunale ha continuato a rinnovare le richieste e in occasione di un ripristino del finanziamento per l’anno 2019 non ha rinnovato le richieste di finanziamento per favorire altre situazioni. In virtù delle delibere del Consiglio Comunale di approvazione della convenzione di incarico e del progetto esecutivo, abbiamo deciso di inoltrare la parcella professionale relativa ALLA SOLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA DEI DUE STRALCI. Volevo sapere se vale ancora il principio dell’incarico parziale, e se si, come viene calcolato.
Grazie
Da quanto indicato nel quesito trattasi di incarico pubblico, pertanto è necessario risalire alla convenzione di incarico ed alla tariffa professionale in esso indicata per il calcolo e la liquidazione dei compensi.
Molto probabilmente, visto il periodo di svolgimento delle attività professionali, cioè prima dell’abrogazione in via definitiva delle tariffe professionali in data 24.01.2012, si è in vigenza della tariffa a suo tempo emanata per gli incarichi in ambito pubblico, cioè il D.M. Giustizia 4 Aprile 2001 (G.U. 26.04.2001 n. 96) “Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività, ai sensi dell’art. 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche”.
Tale tariffa non prevede maggiorazioni in caso di incarico parziale, infatti l’art. 4 cosi recita: “Nel caso di affidamento parziale delle fasi di progettazione e dell’attività di direzione lavori non è dovuta alcuna maggiorazione delle tariffe di cui al presente decreto”.
Se invece la convenzione di incarico ha fatto riferimento alla precedente tariffa, cioè alla Legge 2 marzo 1949 n. 143 “Testo unico della tariffa per le prestazioni professionali dell’ingegnere e dell’architetto”, valida prima dell’emanazione del suddetto D.M. sia per gli incarichi pubblici che per quelli privati, si può applicare la maggiorazione del 25% per incarico limitato prevista dall’art. 18 sia nel caso di incarico parziale che di sospensione di incarico di cui all’art. 10.
Come stabilito dall’art. 18, “la valutazione dei compensi a percentuale è fatta sulla base delle aliquote specificate nell’allegata tabella B aumentata del 25 per cento”.
arch. Stefano Bandini

Lo sportello è chiuso. Non è possibile inserire nuove richieste.