sportello: SUET - SCIA - CILA - Procedure Edilizie

C.I.L.A. – Subentro per Fine Lavori ad un Altro Tecnico

Buongiorno,
volevo sapere se è fattibile subentrare in una CILA presentata da altro tecnico i cui lavori sono già stati eseguiti e conclusi ma di cui effettivamente non è stato dato il fine lavori a causa di un contenzioso tra proprietario e ditta (c'è una causa legale in corso) e di conseguenza anche con il tecnico.
Il tecnico può essere escluso in qualche modo dalla proprietà per consentire la chiusura della pratica da qualcun'altro? Nel caso il nuovo tecnico, fatte le verifiche del caso sui lavori, inccorre in responsabilità di tipo "deontologico" verso il collega?
grazie

C.I.L.A. – Procedura SUET per Rinuncia Impresa

Buonasera, ha presentato una CILA al SUET e ho indicato l'impresa esecutrice dei lavori. I lavori non sono mai cominciati e non essendoci accordo con il committente ho fatto la rinuncia come direttore lavori. Vorrei anche togliere il nominativo della Impresa che non vuole più eseguire i lavori previsti. Posso farlo io o deve farlo il committente? Specifico che i rapporti con il committente sono deteriorati e quindi vorrei tirarmi fuori completamente da tutta la vicenda...possibilmente anche come progettista. grazie

Nuova Agibilità di un Immobile dopo Pratica Edilizia

Vorrei sapere quando è effettivamente necessario fare una pratica di nuova agibilità dopo lavori di manutenzione straordinaria eseguiti con SCIA. Si tratta di modesti lavori che hanno comportato la demolizione di un tramezzo per ampliare il soggiorno inglobando il corridoio e della creazione di un ripostiglio ricavato all'ingresso, di circa 2 mq.
Dove trovo l'elenco dei documenti da presentare ove sia, eventualmente, necessaria la presentazione dell'agibilità?
E dove la tipologia degli interventi che comportano tale necessità?
GrazieBuongiorno
Il soggetto titolare del permesso di costruire, o il soggetto che ha presentato la segnalazione certificata di inizio di attività, o i loro successori o aventi causa, è tenuto a presentare allo sportello unico per l'edilizia, ai sensi dell’art. 24 comma 2 del DPR 380/01, la segnalazione certificata, per gli interventi di: a) nuove costruzioni; b) ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali; c) interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente. Da ciò ne deriva che per qualunque intervento, che incida sulle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti, indipendentemente dal titolo edilizi depositato per effettuare tali lavori, si è tenuti a depositare una SCA (segnalazione certificata di agibilità). Il comma 5 dell’art. 24 del DPR 380/01 fornisce l’elenco della documentazione da allegare quale:
1.attestazione del direttore dei lavori o, qualora non nominato, di un professionista abilitato che assevera la sussistenza delle condizioni di cui al comma 1;
b) certificato di collaudo statico di cui all'articolo 67ovvero, per gli interventi di cui al comma 8-bis del medesimo articolo, dichiarazione di regolare esecuzione resa dal direttore dei lavori;
c) dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa vigente in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche di cui all'articolo 77, nonché all'articolo 82;
d) gli estremi dell'avvenuta dichiarazione di aggiornamento catastale;
e) dichiarazione dell'impresa installatrice, che attesta la conformità degli impianti installati negli edifici alle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico prescritte dalla disciplina vigente ovvero, ove previsto, certificato di collaudo degli stessi.

Per Roma Capitale questo è il link per la modulistica https://www.comune.roma.it/web-resources/cms/documents/SCIA-agibilita.pdf

Ing. Salvatore Lo Brutto

Variante ad una S.C.I.A.

Buongiorno, a giugno 2016 ho presentato una scia per manutenzione straordinaria con opere strutturali. Ad oggi ho la necessità di fare una variante per alcune lievi difformità (Scia1). Vorrei però anche utilizzare la legge sul recupero dei sottotetti e quindi Scia 2; a suo parere devo prima chiudere l'attuale Scia o posso inglobare i lavori in variante nel titolo di grado maggiore, ovvero nella Scia2? Se posso presentare all'interno della Scia 2 sia il recupero sottotetto che le difformità dalla Scia di giugno 2016, come decorrono i tempi per la fine lavori? Grazie anticipatamente

Comunicazione da parte della UOT del Municipio per Sopralluogo Congiunto per Verifica di una C.I.L.A.

Buongiorno,
scrivo in merito ad una comunicazione ricevuta dall'ufficio tecnico del comune di roma in merito ad un sopralluogo da effettuare per la verifica di rispondenza dei lavori effettuati rispetto alla pratica depositata presso il SUET (trattandosi di una CILA - demolizione parziale di un tramezzo), di cui sono il tecnico incaricato.
Il quesito è il seguente:
la convocazione per il sopralluogo è avvenuta tramite mail ordinaria, inviata alla proprietaria e a me in copia.
Solitamente le comunicazioni degli uffici tecnici li ricevo via pec, e nel caso del SUET mi sarei aspettato di ricevere una notifica presso l'area utente.
E' regolare questo metodo di convocazione (via mail ordinaria intendo) ?
Grazie per l'attenzione.

Variante alla C.I.L.A.

Buongiorno, ho regolarmente presentato una CILA per opere di manutenzione straordinaria e frazionamento dell u. i. con creazione di due nuove unità. Durante i lavori è stato necessario spostare una parete del bagno.
La cosa mi determina un dubbio motivo della domanda. Dovrei presentare una nuova CILA con le modifiche non potendo presentare variante, ma dovrei fare la fine lavori della prima CILA. In tal caso come posso presentare una variazione catastale con la prima pianta e subito dopo un'altra variazione. Inoltre se la prima CILA è conclusa ho creato due unità immobiliari quindi la seconda CILA dovrà essere presentata esclusivamente per l'appartamento dove abbiamo apportato le modifiche. Posso invece far decadere "morire" la prima CILA e presentare una domanda ex novo. Grazie

Cessione ed Accorpamento – Iter Catastale, Urbanistico e Notarile

Ci sono due appartamenti confinanti, con tagli diversi e metrature diverse. I proprietari, che sono uniti da legame di parentela, vogliono uniformare gli appartamenti, in sostanza il padre vuole che le figlie abbiano appartamenti uguali.
Quindi si tratta di fare una CILA con cessione di superficie da parte dell'appartamento ovviamente più grande.
La domanda è: prima della pratica edilizia (CILA appunto) va fatto passaggio da notaio per atto di cessione o vendita della porzione? E poi con questo titolo notarile passare alla CILA? O si può fare senza e risolverlo solo con la pratica urbanistica?

Procedure C.I.L.A. – Inizio Lavori Prima del Rogito

Gent.mo, sono iscritta all'albo ma non ho mai esercitato e non ho partita IVA perché svolgo lavoro dipendente.
Sto acquistando un appartamento a Roma, intestato solo a me, sul quale fare una manutenzione straordinaria e, non avendo mai fatto nulla di simile, volevo chiederle quali sono le procedure da seguire e quali i documenti da presentare.
Oltre a questo l'impresa mi ha detto che si potrebbero iniziare i lavori prima della data del rogito con l'assenso della parte venditrice e le chiedo cortesemente se corrisponde al vero.
Grazie
Saluti

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.