FAQ sportello: Statica e Strutture

Il Committente Può Ricoprire la Figura del Collaudatore ?

Buongiorno
- consapevoli di quanto sancito dall'art.67 comma 2 del D.P.R. 380/01 e successivi aggiornamenti;
- tenendo presente che da questo istituto è stata definita compatibile la figura del Collaudatore con quella del CSP e CSE (di fatto estranea alla progettazione ma non al progetto per ovvi motivi);
Il mio quesito è: Qualora io fossi un Architetto abilitato all’esercizio della professione da più di 10 anni ed al contempo Committente, potrei svolgere il compito di Collaudatore oppure essendo Committente andrei in conflitto con quanto stabilito dal D.P.R. 380/01.
Premetto che la stessa domanda è stata da me posta all’Ufficio Regionale di competenza, ma non hanno potuto darmi una risposta certa senza l’ausilio del condizionale, suggerendomi di girare la domanda al mio Ordine di appartenenza.
Colgo l’occasione per ringraziarla e porgerle cordiali saluti in attesa di riscontro

Sanatoria di un Piccolo Ampliamento di Balcone

Buonasera, sto valutando la fattibilità di una SCIA in sanatoria per la realizzazione di un ampliamento di balcone esso consiste nell'aver collegato i due balconi divisi da una grande fioriera di misure 0.80x1.50, la parte che fu aggiunta è di ml 0.40 x1.50 , quindi l'effettivo ampliamento è di lunghezza ml 1.50 e profondità 1.20. Il collega strutturista ritiene che debba essere comunicata al genio civile l'opera realizzata con tutto quello che ne consegue sia dal punto di vista autorizzativo in sanatoria che economico. Ritengo che possa considerarsi che l'effettivo ampliamento eseguito in difformità dal progetto del 1973 sia la sola parte di ml 0.40x 1.50. Posso evitare la comunicazione di questa opera strutturale di questa piccola porzione di solaio? Rimango in attesa di una gentile risposta.

Serra Solare in PVC al Piano Attico di Dimensione Inferiore a 10mq

Salve. Per una serra solare bioclimatica (LR 06/2008 che non figura urbanisticamente quale un ampliamento) al piano attico, da realizzare in pvc e vetrocamera, dimensione inferiore ai 10mq di cui al regolamento sismico Lazio, il Municipio mi richiede la progettazione sismica dell'intervento.
Un collega Ingegnere al quale ho dato da effettuare tale verifica mi dice che non sa come inquadrare l'intervento e secondo lui ne è esente, per una serie di motivi: dimensioni della struttura inferiore a 10mq di cui al regolamento sismico e priva di fondazione; intervento eseguito in pvc (materiale leggero) e vetro, perciò rientrante sempre nei casi di esclusione del regolamento sismico regionale; pvc e vetro sono materiali non previsti nella NTC2018 (che prevede strutture solamente in c.a., acciaio, legno) perciò non sarebbero neanche soggetti a collaudo; di conseguenza non saprebbe neanche come modellare l'intervento ai fini del Genio Civile. Diverso sarebbe stato se la struttura fosse stata in metallo o legno. Cosa ne pensa?

Possibilità di Firmare Progetti di Strutture per Iscritto da 3 Anni ?

Buonasera,
Sono un Architetto iscritto all'ordine da circa 3 anni (sez.A), e mi è stata affidata la progettazione integrale e coordinata di un edificio residenziale di circa 1000 mq, di 2 piani, che avrà struttura in CLS. Volevo sapere se possedessi i requisiti legali per firmare (oltre al progetto architettonico) anche il progetto di strutture e impianti, oppure se dovessi avvalermi di ingegneri o di professionisti più esperti.
Grazie anticipatamente per i chiarimenti.

Individuazione Zero Sismico

Buongiorno Architetto,
sto seguendo la direzione lavori generale delle opere di costruzione di un ospedale in Lombardia.
Nel corso della valutazione del progetto esecutivo strutturale da parte della direzione lavori strutture è emersa una criticità legata al posizionamento dello zero sismico.
I progettisti sostengono vada posizionato al piano terra mentre la DL strutture sopra l'estradosso della fondazione.
La pianta è grossomodo assimilabile ad un rettangolo di dimensioni 160 m * 50 m divisa longitudinalmente in tre porzioni collegate da due giunti di spessore 5 cm l'uno.
La struttura portante è formata da una platea alta 3,5 (in cui non sono presenti giunti) sopra la quale si eleva il primo interrato e sedici piani fuori terra tutti divisi in tre porzioni giuntate come sopra descritto.

La mia domanda è la seguente:
Essendo la platea di fondazione un monolite e i piani al di sopra divisi per tutta l'aelevazione in tre porzioni è corretto considerare lo zero sismico sul piano campagna e considerare quindi l'interrato collaborante con gli spostamenti del terreno e delle fondazioni solo per il fatto che si trova sotto terra?
Dal mio punto di vista lo zero sismico dovrebbe essere posizionato sopra l'estradosso della platea di fondazione e quindi non considererei collaborante l'interrato con gli eventuali spostamenti sismici della platea e del terreno.

In conclusione le preciso che i giunti sono formati da semplice polistirolo per quanto riguarda gli spostamenti relativi (5 cm) perpendicolare a quali ci sono chiavi di taglio e shock transmitters per gli spostamenti dovuti a forze dinamiche.

Cordiali saluti

Abbattimento Barriere Architettoniche e Genio Civile per Struttura di una Piattaforma Oleodinamica

Buongiorno,
per una piattaforma elevatrice oleodinamica con struttura in acciaio, per l'abbattimento delle barriere architettoniche, va presentato deposito al genio civile per il basamento? L'elevatore è un autoportante esterno alla struttura dell'edificio con collaudo e certificazione strutturale del costruttore.
gradirei se possibile un chiarimento .

La ringrazio anticipatamente.

Distinti Saluti

Comparsa di Crepe nei Locali Sottostanti all’Appartamento in Ristrutturazione

Salve Architetto,
Nell'ambito di una manutenzione straordinaria di un appartamento a Roma sito al terzo piano, abbiamo notato delle crepe nell'appartamento sottostante (ristrutturato un anno e mezzo fa). Queste crepe sono uscite in fase di demolizione e costruzione dei tramezzi del piano sopra, non sono ancora state fatte le tracce a pavimento per il passaggio degli impianti. Le crepe si trovano soprattutto sui collegamenti tra tramezzi e solai. I proprietari del piano di sotto chiedono ai miei clienti di risanare la situazione. Vorrei sapere come fare ad individuare se queste crepe sono dovute dalle vibrazioni create durante le demolizioni al piano sopra oppure se la recente ristrutturazione di quest'appartamento non è stata realizzata a regola d'arte. Come bisogna agire in un caso del genere?
Ringrazio.

Difformità Parete Portante – Aspetto Strutturale

Buongiorno
devo accatastare una u.i.( anno 1886 ) causa scorporo della cantina attualmente allegata alla planimetria passata ad altra proprietà con sentenza definitiva per usucapione.
Dal confronto fra la planimetria catastale del 1986 con l'immobile ho rilevato che esiste un vano porta in un muro portante spesso cm.63 ( siamo al secondo piano su sei totali ) non riportato sul catastale.
1)la proprietaria che ha 76 anni dichiara che c'è sempre stato ( ci è nata )
2)la planimetria depositata all'Archivio Capitolino non riporta tale vano , ma neanche la porta di accesso sulle scale che invece è presente in tutti i piani; non è un progetto ma solo un lucido china timbrato dunque non è stato aggiornato all'epoca.
3)In colonna tale vano è presente solo al piano IV anche se più stretto. I piani I , V e VI non sono visitabili.
4)Le murature al contorno appaiono integre.
L'Incertezza sui progetti disponibili mi costringe comunque a stilare un progetto strutturale, devo procedere con un consolidamento tramite il G.C. ?
Grazie

Architetto Junior – Dichiarazione di Conformità ed Installazione a Regola d’Arte per Impianto Audio e Sistema di Ancoraggio

Salve, avrei bisogno di sapere se come arch. iunior possa certificare la corretta istallazione a regola d'arte.
Si tratta di un impianto audio appeso tramite sistemi di ancoraggio standardizzati e certificati dai relativi produttori.
La dichiarazione riguarderà la corretta istallazione dei componenti di ancoraggio tra la struttura portante (con propria idoneità statica a parte) ed il carico appeso (impianto audio).

Cordiali saluti, grazie per l'attenzione

Non hai trovato una risposta al tuo problema?

Se sei iscritto all'Ordine degli Architetti di Roma e provincia puoi porre il tuo quesito direttamente a un nostro consulente. Cercheremo di rispondere prima possibile e nei limiti delle nostre competenze e possibilità.

  • Hai dimenticato il nome utente o la password? Se sei un architetto iscritto all'Ordine di Roma ma non ricordi il nome utente o la password vai alla pagina di recupero password.